Seniores

Search

Jordano Collado (courtesy Cristiano Gatti)

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Anche nell’ultima partita prima della sosta estiva si è ripetuto il copione delle precedenti giornate: sconfitte nella gara del mattino, le tigri reagiscono e ribaltano la situazione nella gara pomeridiana.

Jordano Collado (courtesy Cristiano Gatti)In gara 1, nonostante il numero di valide battute sia simile a quello dell’avversario (8 per i bolognesi contro le 7 dei cervignanesi), le tigri non sono state parimenti abili nel portare a casa i punti necessari per rimanere al pari del Longbridge. L’alto numero di basi per ball concesse dal trio di lanciatori impegnato dal monte di lancio (a fine incontro saranno 11 in totale per il terzetto Silva – Abreu - Tomasin) non ha di certo favorito la difesa, colpevole a sua volta di 3 errori difensivi. Una nota positiva arriva dalla corsa sulle basi di Andrea Vidili: 2 le basi rubate per l’esterno destro dei neroarancio.

La reazione che il pubblico nostrano si aspettava in gara 2 non si è fatta attendere. Reyes Harvey ancora una volta regala una gemma ai compagni di squadra: il partente cervignanese nel secondo incontro ha concesso solamente 3 valide agli avversari, lasciando al piatto per strikeout 12 battitori del Longbridge. In questo match inoltre, come spesso accade, anche l’attacco ha seguito il buon andamento della fase difensiva: 9 le battute valide colpite in totali, fra le quali un doppio di Alberto Tomasin ed un fuoricampo di Jordano Collado. Quest’ultimo porta a 3 gli homerun battuti in stagione, a parimerito nella speciale classifica delle palle lunghe colpite con il ricevitore cervignanese Elia Marinig.

Grazie al risultato di gara 2 il Sultan Cervignano Baseball mantiene il quarto posto nella classifica di serie A2 federale girone B. Le dirette inseguitrici, ovvero l’avversario di domenica Longbridge 2000 ed il Toselli Yankees di San Giovanni in Persiceto, si trovano rispettivamente ad 1 e 3 partite di distanza. L’ombra dei playout non è ancora lontana, ed il gruppo dei Tigers avrà tempo 25 giorni per raggruppare le idee, in attesa dell’ultima giornata di regular season 2019 che si giocherà il 25 agosto sul diamante di Casteldebole, ancora una volta contro i ragazzi del Longbridge.

Alessandro Nardi, per lui un triplo in gara 2 contro il Bolzano

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vincere una partita su due contro la seconda in classifica è oro colato per il Sultan Cervignano Baseball, considerando l’importante assenza sul campo dell’interbase titolare Anthony Garcia ed i risultati delle dirette avversarie per i playout.

Alessandro Nardi autore di un triplo in gara 2Seppur grintose e competitive sul diamante casalingo, le tigri hanno dovuto cedere gara 1 al Bolzano Baseball. Esaminando il ruolino della partita si possono denotare le 2 classiche notizie, una buona ed una cattiva: quella buona è il numero di valide colpite in totale (9 con un doppio di Fabio Miceu, autore di un 2 su 4 al piatto), quella cattiva è l’alto numero di strikeout subiti dai battitori cervignanesi: sono ben 11 infatti le eliminazioni al piatto subite dai Tigers, di cui 8 messi a segno dal partente avversario Enrico Zanchi. Il primo incontro della giornata finisce 4 a 0 per i bolzanini.

Come il copione dell’ultimo periodo estivo prevede, la seconda partita è quella del riscatto per il Sultan Cervignano. Dal monte di lancio il partente neroarancio Reyes Tejada Harvey sfodera una gemma da 12 strikeout totali, con una sola defezione al quinto inning quando concede gli unici due punti segnati dalla compagine di Bolzano. 8 inning in semplice controllo per Harvey, che ha ceduto la pedana a Manuel Abreu, investito domenica del ruolo di closer, solamente all’ultima ripresa.
Sul fronte dell’attacco le mazze del Cervignano Baseball hanno saputo supportare il buon lavoro svolto dal monte di lancio segnando 6 punti totali e battendo ancora una volta 9 valide, come nel primo incontro. Valide che nel secondo match sono state decisamente più produttive e che hanno regalato la vittoria alle tigri della bassa friulana. Da segnalare un triplo di Alessandro Nardi al secondo inning, battuto contro il lanciatore bolzanino Josè Troisi.

Dagli altri campi, è doveroso segnalare la doppia vittoria del Longbridge 2000 contro gli Yankees di San Giovanni in Persiceto, mentre i New Black Panthers di Ronchi dei Legionari si sono imposti in entrambi gli scontri contro il Verona. La classifica della serie A2 cambia quindi solamente nei bassifondi: mentre Ronchi, Bolzano e Verona conservano rispettivamente primo, secondo e terzo posto della serie A2 girone B, i Tigers (9 vittorie e 15 sconfitte) ora si trovano a 2 partite da Yankees e Longbridge, appaiate a quota 7 W e 15 L. I prossimi appuntamenti vedranno il Sultan Cervignano impegnato nel difficile derby contro i New Black Panthers. Gli incontri sono previsti in notturna, a partire dalle ore 21 sul diamante di Ronchi dei Legionari, nelle giornate di giovedì 11 e sabato 13 luglio.

Joseph Silva, 7IP 5H 2BB 3SO ©Baseball Clipper

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La missione dei Tigers a San Giovanni in Persiceto aveva un solo obiettivo: vincere due gare per acquisire una certa tranquillità. Mission accomplished, come si dice dall’altra parte dell’oceano: il Sultan Baseball rientra dall’Emilia Romagna con 2 vittorie nel taschino.

Joseph Silva, 7IP 5H 2BB 3SO ©Baseball ClipperI Tigers iniziano gara 1 con il piede giusto, portandosi avanti di tre punti nel primo attacco. A suon di singoli l’attacco delle tigri permette a Garcia, Marinig e Collado di staccare gli avversari ed a iniziare a gestire l’incontro.
Nelle frazioni di gioco successive i nero arancio sono abili a segnare ancora ed arrivare al punteggio finale di 6 punti, rispettivamente  al terzo inning (Tomasin su singolo al centro di Abate), al sesto (Mari approfitta di una disattenzione difensiva sulla rubata di Collado) e nella frazione successiva (Le Rose spinto a casa a basi piene da una base per ball).
Il punteggio finale a favore del Sultan Cervignano è quello di 6 a 0. La produttività dell’attacco, che ha messo a segno il doppio delle valide degli avversari, e la buona prestazione del monte di lancio ha permesso ai Tigers di imporsi in gara 1 contro gli Yankees.

Gara 2, a differenza della partita di andata, non ha visto il veterano avversario Marino Salas sul monte di lancio, lanciatore che ha messo in seria difficoltà i cervignanesi durante il girone di andata. Il Sultan Cervignano ne ha approfittato di buon grado, riuscendo ad imporsi sugli Yankees con il risultato di 3 a 1.
Ad aprire le danze proprio le tigri della bassa al terzo inning: gli errori commessi in questa frazione dai difensori del San Giovanni in Persiceto costano un punto agli emiliani, segnatura a favore di Anthony Garcia.
La partita scorre veloce sotto il sole cocente fino al settimo inning, quando Marinig viene spinto a casa da un doppio di Jordano Collado. A sua volta, il terza base neroarancio viene portato a casa da un singolo a sinistra di Le Rose.
Nell’ultima frazione, con i Tigers in vantaggio, gli Yankees ci provano a farsi sotto, segnando un punto dopo aver battuto due delle 3 valide che gli emiliani hanno potuto colpire contro il duo Reyes – Garcia, ma la rimonta si ferma ad una sola segnatura, regalando anche gara 2 al Sultan Cervignano.

2 vittorie importanti, necessarie sia ai fini della classifica che a quelli del morale. Ora i Tigers si trovano al quarto posto della serie A2 federale girone B e dovranno continuare a dare il massimo per mantenere la distanza dall’ultimo e penultimo posto. I ragazzi di Cervignano hanno avuto però un costante miglioramento dall’inizio di questa stagione d’esordio, e ce la metteranno tutto per continuare con questo ruolino di marcia.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Domenica scorsa a Cervignano del Friuli i Sultan Tigers hanno ospitato il Senago Baseball per il recupero della seconda giornata di intergirone, partita non si è disputata causa pioggia il 19 di maggio scorso. Il copione è stato esattamente lo stesso della scorsa settimana: posta in gioco spartita fra le due compagini, con una sconfitta nel primo incontro ed una vittoria in quello seguente.

Rivas Gomez Norberto AugustoGara 1 è iniziata nel migliore dei modi per le tigri della bassa friulana: i padroni di casa sono abili a sfruttare le imprecisioni avversarie, segnando due punti nelle prime tre frazioni di gioco. Il primo punto arriva nel secondo inning con Tomasin che approfitta di un lancio pazzo del partente avversario Stefano Grassi. Il Senago non ci sta e pareggia subito i conti nella parte alta del terzo inning, ma i Tigers riescono a riportarsi avanti nella parte bassa quando Abate approfitta di un errore di tiro in prima base per girare il sacchetto di terza e segnare il 2 a 1.
Da questo momento però, a parte una segnatura all’ottavo inning, l’attacco del Cervignano si spegne, mentre quello dei lombardi continua a produrre punti fino alla fine. Il risultato finale sarà quindi di 8 a 3 per gli ospiti.

Mentre dalla vicina Slovenia iniziano a formarsi delle nubi temporalesche inizia gara 2 sul diamante di Piazzale Lancieri d’Aosta. La partita passa immediatamente in mano ai lanciatori, capaci di controllare i battitori avversari per le prime 4 frazioni.
Al quinto inning le tigri sfoderano gli artigli e mettono a segno un big inning da 5 punti, che permette loro di prendere il controllo del match. Il Senago immediatamente cerca di recuperare segnando 2 volte nella parte bassa del sesto inning, punti che non sono comunque sufficienti: nella parte bassa della stessa frazione, infatti, il Sultan Cervignano è abile a portare a casa ancora una segnatura ed imporre il risultato di 6 a 2.
Nel frattempo le nubi dalla Slovenia varcano il confine, cariche di pioggia, ed iniziano a rovesciare acqua in Italia, puntando proprio verso il diamante di Cervignano del Friuli. C’è tempo per giocare ancora un intero inning, poi all’inizio dell’ottavo il temporale si abbatte sul campo da gioco, interrompendo la partita. Mezz’ora dopo la partita viene dichiarata definitivamente finita: pioggia, attacco ed una ottima prestazione di Reyes Harvey dal monte di lancio regalano ai Tigers la sesta vittoria in serie A2 federale.

La prossima settimana il Sultan Cervignano Baseball sarà impegnato a San Giovanni in Persiceto per la prima giornata di ritorno del campionato 2019. All’andata le due squadre si divisero la posta in gioco con una vittoria a testa, per quella che fu in assoluto la prima, storica vittoria in serie A2 per i Tigers.

20190704 Elia Marinig a difesa di casa base (repertorio)

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Un caldissimo weekend lombardo ha regalato al Cervignano Baseball la possibilità di lasciare l’ultimo posto in classifica della serie A2 federale girone B e le tigri non si sono lasciate perdere l’occasione. MVP della giornata Elia Marinig, finalmente esente da impegni lavorativi, autore di due homerun.

Elia Marinig eliminazione a casa base (immagine di repertorio)Eppure gara 1 non ha decisamente regalato un buon auspicio ai friulani. Una sonora sconfitta per manifesta inferiorità al settimo inning, con il risultato di 12 a 2, è piovuta dall’alto sulla testa dei Tigers, complice una prestazione sicuramente non eccezionale dei lanciatori della bassa. 3 punti subiti al secondo inning, sommati ai 7 segnati nella frazione successiva, hanno tagliato ogni possibilità di rimonta alle tigri. Una nota positiva dell’incontro arriva nella parte alta del sesto inning, quando Marinig colpisce lungo sull’esterno destro, un fuoricampo da 2 punti che ha permesso il momentaneo recupero del Cervignano sul Brescia.

Non è più un caso però che le Tigri della bassa sappiano reagire alle batoste. In gara 2, nonostante la buona prestazione di Reyes T. Harvey sul monte di lancio, il Sultan Cervignano si ritrova sotto di 3 punti a metà match. Per 6 frazioni infatti la partita è stata sotto il controllo del lanciatore avversario Javier Fandino, ma al settimo inning arriva la svolta che cambia l’incontro a favore del Cervignano Baseball: Tomasin, Vidili e Sguassero, abili ad approfittare del cedimento del partente avversario e sfruttando le imprecisioni bresciane, pareggiano il conto riportando il risultato sul 3 a 3.
Marinig, in giornata di grazia, nell’inning successivo mette la firma sulla vittoria di gara due, punendo con il suo secondo fuoricampo giornaliero (e stagionale) il rilievo Pittari, appena subentrato al posto di Fandino.
Finalmente con il vento a favore, il Cervignano Baseball vede Harvey abbandonare il monte di lancio dopo 8 inning a favore di Anthony Garcia, che assolve appieno il ruolo acquisito di closer chiudendo l’ultima frazione con 2 strikeout a suo vantaggio.

Una vittoria guadagnata sul campo, che permette ai Sultan Tigers di abbandonare l’ultima posizione in classifica e tirare un po’ il fiato durante la lotta per la salvezza. Prossimo appuntamento domenica 23 giugno sul diamante casalingo di Piazzale Lancieri d’Aosta, dove si giocherà il recupero dell’intergirone contro il Senago Baseball.

Search

Contributi

Contributo 2021 regione FVG per manifestazioni: Euro 21.000
Contributo 2020 regione FVG: il nuovo furgone.

Contributo regionale 2019 Friuli Venezia Giulia per manifestazioni sportive: Euro 16.680.

Copyright ©Baseball Clipper 2019. Tutti i diritti riservati.

Tutte le foto, i video e comunque il materiale media è da considerarsi sotto licenza proprietaria. Contattare webmaster@cervignanobaseball.it per ulteriori dettagli.

Search